22 gennaio 2018

La croce simbolo del Sinodo

  
Nel programma del nostro anno pastorale avevamo messo in calendario anche di porre l’attenzione sulla presenza degli stranieri nelle nostre comunità, a partire dai molti cristiani che già frequentano la Messa e vivono con i propri figli i percorsi di iniziazione cristiana (CIC). 

Che bello scoprire che l’Arcivescovo ha avuto la stessa intuizione e invita tutti a mettersi in ascolto di ciò che lo Spirito sta dicendo alle nostre comunità con questo segno che spesso anche noi leggiamo prevenuti e in chiave solo problematica …

Benediciamo il Signore per il dono di questo Sinodo che cercheremo di vivere anche noi in parrocchia secondo le indicazioni che mons. Mario Delpini suggerirà. 

Invito tutti a recitare un’Ave Maria ogni giorno affidando alla Madonnina che ci veglia dalla guglia più alta del Duomo i lavori del Sinodo. 
 don Alfredo


La croce simbolo del Sinodo

Per misura e forma riprende quella di San Carlo che contiene la teca col Sacro Chiodo: è la croce scelta come simbolo del Sinodo minore, creata utilizzando legni diversi (ciliegio, acero, palissandro e noce) a rappresentare i cinque continenti, per significare appunto tutte le genti. Al centro, dove si incrociano le due braccia, un quadrato di legno color porpora o amaranto richiama la memoria del sangue offerto. L’autore è Eduardo Brocca Toletti.